Quale Decoder DVB T2 comprare

Hai sentito dell’imminente passaggio alle nuove frequenze per tutti i canali televisivi ed hai paura che il tuo televisore non sia compatibile? Temi di dover buttare nella pattumiera la tua TV e stai cercando un modo per evitare di rottamare il tuo caro dispositivo? Non preoccuparti, ti aiuto io! Qui ti mostrerò quale Decoder DVB T2 comprare.

Oltre a mostrarti il Decoder DVB T2 più economico, ti spiegherò meglio cosa vuol dire fare lo “Switch Off” alla nuova modalità di trasmissione e ti informerò su tutte le tempistiche di cambio di frequenza, regione per regione. Quindi non rottamare subito il tuo televisore! Scopri se puoi “recuperarlo” grazie ad un semplicissimo Test. Ma vediamo tutto nello specifico.

Quale Decoder DVB T2 comprare

Vediamo quindi se la nostra TV è compatibile con la nuova modalità di trasmissione televisiva e quale Decoder acquistare per non dover passare ad una televisione più aggiornata. Se hai acquistato un televisore prima del 2017 e temi di doverlo rottamare, non temere, a tutto c’è un rimedio!

Quando arriva il nuovo digitale terrestre?

A Luglio del 2022 alcune frequenze usate dalla TV passeranno alle compagnie telefoniche che le useranno per strutturare la rete 5G. Questo significa una riduzione significativa delle frequenze usate dalla televisione. Per ovviare a questo problema, la televisione adotterà nuove frequenze che, grazie al nuovo standard DVB T2 del digitale terrestre, garantiranno maggiore definizione e una superiore qualità audio e video.

Passeremo al nuovo standard DVB T2 a Gennaio del 2023, ma il tutto avverrà gradualmente a partire dal 15 Novembre 2021 (con i canali in HD). Il cambio di tecnologie renderà obsoleti molti vecchi televisori e moltissimi decoder DVB-T.

Tempistiche di passaggio al nuovo digitale terrestre:

Dal 15 Novembre 2021 al 18 Dicembre 2021: Sardegna (Area A1). Dal 3 al 10 Gennaio 2022 la Rai attiverà nuove frequenze in Sardegna per i Mux Rai.

Dal 3 Gennaio 2022 al 15 Marzo 2022: Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, tranne la provincia di Mantova, provincia di Piacenza, provincia di Trento, provincia di Bolzano (Area 2), Veneto, provincia di Mantova, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, tranne la provincia di Piacenza (Area 3).

Dal 1° Marzo al 15 Maggio 2022: Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Abruzzo, Molise, Marche (Area 4).

Dal 1° Maggio al 30 Giugno 2022: Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania (Area 1B). Il Mux 1 Rai sarà spento sui 700 MHZ e in banda VHF.

Come vedere se il vecchio televisore è compatibile?

Se non hai molta disponibilità economica, devi sapere che sono stati stanziati degli in­centivi statali (Bonus TV), cioè uno sconto di 30 (o 50) euro per l’acquisto di una TV o Decoder DVB-T2 HEVC, ma puoi usufruire anche del Bonus Rottamazione TV fino a 100 euro se dai indietro il tuo vecchio televisore non più compatibile. (Il tutto in base alla tua fascia di reddito ISEE inferiore ai 20 mila euro).

Per vedere se il tuo televisore è compatibile, segui questi passaggi:

  • Se vedi i canali HD (Rai 1 HD, Canale 5 HD, La7 HD), il tuo TV è compatibile con lo standard Mpeg-4 (valido fino al 2023).
  • Se mettendo i canali 100 o 200 riesci a leggere lo schermo del tuo televisore, allora questo è compatibile con lo standard DVB T2.

Se la verifica sul tuo televisore ha dato esito negativo, puoi acquistare un Decoder con sintonizzatore DVB-T2 (HEVC) da collegare alla tua vecchia TV e ricevere i canali con il nuovo segnale (senza buttare la televisione).

Quali decoder comprare per la nuova TV digitale DVB T2?

Ci sono svariati Decoder DVB T2 in circolazione, che vanno da una fascia economica a quella alta. Puoi trovarne a partire dai 30 euro, fino ai più sofisticati che sfiorano i 130 euro! Le caratteristiche fondamentali del nuovo Decoder sono: compatibilità con lo standard DVB T2 HEVC/H.265 Main 10, compatibilità con i canali HD e ingressi SCART e HDMI. Ecco alcuni decoder in base a prezzo e affidabilità:

Il miglior Decoder economico per 30€

Se invece vuoi andare a colpo sicuro e portarti a casa un apparecchio a basso costo, in grado di prolungare la vita del tuo vecchio televisore, qui ti consiglio quello che fa per te! Ecco il miglior decoder economico che puoi trovare sul mercato:

Quale Decoder DVB T2acquistare

E’ un decoder abbastanza semplice da configurare: usa l’alimentatore incluso in confezione, quindi collegalo con un cavo HDMI o Scart. Io ti consiglio un cavo HDMI, molto più stabile, veloce e performante (che puoi trovare a questo link). Una volta collegato il cavo dal digitale alla TV, non ti resta che collegare il cavo dell’antenna al Decoder (staccalo dalla TV e collegalo al Decoder).

Accendete Decoder e TV e selezionate la sorgente (premendo il pulsante “Source” dal telecomando della TV, caratterizzato dall’icona a forma di rettangolo trafitto da una freccia, o il tasto “AV”). Una volta selezionata la sorgente, ovvero il nuovo Decoder, vedrete tutte le bandierine sullo schermo: scegliete quella italiana.

Una volta scansionati i canali (segui la procedura guidata in base al software del Decoder), puoi riorganizzare i canali a tua scelta (icona a forma ti TV in alto, nel Menù). Con questo Decoder è possibile registrare anche i canali TV (per fare ciò, è meglio acquistare una pendrive con un alto bitrate). A meno di trenta euro non si può volere di più!

Bene, ti ho fatto vedere quale Decoder DVB T2 comprare e quale invece ti consiglio io a meno di 30 euro. Ti ricordo che le date di cambio di frequenza, regione per regione, possono ancora variare e che il prezzo dei dispositivi che ti ho consigliato può aumentare o diminuire. [Fonte: nuovodigitaleterrestre.it] Spero di esserti stato di aiuto, ciao e alla prossima! Leggi anche: come-vedere-Youtube-sulla-TV e come-vedere-i-Programmi-TV-di-questa-stasera.