Come sostituire HDD con SSD interno M.2

Hai notato che il tuo computer portatile sta subendo le insidie del tempo ed ha bisogno di nuova linfa, ovvero una maggiore velocità grazie all’installazione di un SDD di nuova generazione, ma non sai come fare? Non c’è nessun problema, ti aiutiamo noi! Qui ti faremo vedere come sostituire un HDD classico con un nuovissimo SSD.

Acquisirai molta più velocità di avvio dei programmi e di Windows stesso, e non dovrai più preoccuparti dei fastidiosi rallentamenti degli ultimi tempi. Abbiamo scritto questo articolo elaborando un Laptop HP ed uno Acer.

SSD classico o M.2?

Prima di tutto, quello che devi fare è decidere se utilizzare un SSD classico, a prestazioni normali, o un nuovo SSD M.2 a prestazioni elevate. A costi stiamo li, ma la cosa importante è vedere se la scheda madre del tuo laptop supporta il formato M.2. Per verificare questo, controlla la scheda tecnica o informati guardando su YouTube qualche video di montaggio/smontaggio, inserendo nella ricerca il nome del tuo Pc.

Noi, tenendo presenti i costi e andando a configurare un Pc medio, ti consigliamo di affiancare al tuo HDD classico, dove terrai solo i file scaricati, un SSD dove caricherai solo il Sistema Operativo. Se sei fortunato, ed hai lo slot per l’SSD M.2, ti consigliamo un WD Blue 3D NAND SATA SSD Unità allo Stato Solido Interna M.2, 250 GB

Le caratteristiche di questo SSD sono:

  • Consumo energetico attivo inferiore fino al 25% rispetto alle generazioni precedenti di SSD WD Blue.
  • Velocità di trasferimento dati 750Mb al secondo.
  • Certificazione F.I.T. Lab di WD per compatibilità con una vasta gamma di computer.

Ovviamente imposterai quest’ultimo come primario e l’HDD che avevi prima come secondario.

Perché scegliere un SSD M.2?

Ovviamente le ultime generazione di SSD garantiscono molta più velocità dei vecchi HDD. A costi superiori è ovvio che utilizzare un SSD NVMe (clicca per saperne di più) sia più vantaggioso, ma moderando il portafogli, il nostro M.2 classico non delude le aspettative.

ssd laptop m.2

Controlla sempre la dimensione dello slot dove inserire il tuo SSD M.2, verifica la lunghezza e osserva bene le estremità del modulo, per essere sicuro della compatibilità(se M.2 o NVMe).

WD Blue 3D NAND SATA SSD utilizza la tecnologia 3D NAND di Western Digital per capacità fino a 2TB e affidabilità ottimizzata. Grazie a un consumo energetico inferiore fino al 25% rispetto alle generazioni precedenti di WD Blue SSD, potrai lavorare più a lungo prima di dover ricaricare il tuo laptop.

Scegliere l’adattatore per l’SSD (in caso di mancanza slot)

Nel caso in cui avessi a disposizione un Laptop datato, e quindi noterai la mancanza dello slot per l’SSD M.2, puoi affiancare al tuo HDD classico, un SSD standard. Tutto quello che devi fare è smontare il lettore cd per inserire al suo interno l’adattatore(o slitta) sul quale monterai il tuo nuovo SSD (sempre da 2.5 pollici attenzione).

La slitta(o Caddy) che abbiamo scelto noi è questa:

Con l’adattatore Salcar HDD è possibile utilizzare il vano dell’unità precedente come un disco rigido e installarla nel vostro notebook. Ideale per incrementare facilmente la capacità di memoria del computer. L’adattatore è progettato per hard disk HDD e SSD SATA III da 2,5 pollici (6,35 cm) ed è compatibile con tutti i notebook con drive bay da 9.5mm e interfaccia SATA. Il pannello frontale dell’adattatore può essere rimosso e sostituito con il pannello dell’unità originale, in modo da non variare l’estetica del notebook.

Teoricamente, l’adattatore è compatibile con tutti i notebook che dispongono di un vano interno da 9.5mm con interfaccia SATA. Tuttavia, l’interfaccia del drive non deve essere posizionata al centro del disco.

Attenzione a misurare l’altezza dell’adattatore: ce ne sono di diverse misure.

Scegliere l’SSD da inserire nella slitta

Come SSD standard sul quale montare il Sistema Operativo, noi abbiamo optato per un Kingston SSD A400, 240 GB Drive a Stato Solido, 2.5″, SATA 3. Rapporto qualità prezzo eccezionali ed anche una discreta affidabilità.

Il drive a stato solido A400 di Kingston consente di ottenere uno straordinario miglioramento della reattività del vostro sistema, con tempi di avvio, caricamento e trasferimento dati senza paragoni rispetto agli hard drive di tipo meccanico. Con velocità di lettura e scrittura pari a 500MB/s e 450MB/s¹, questo drive SSD risulta essere 10 volte più veloce di un hard drive tradizionale¹ e assicura elevate prestazioni, elevata reattività dei processi multi-tasking e un notevole incremento delle prestazioni complessive del sistema.

Con incredibili performance di durata e affidabilità, il drive A400 è composto da una memoria Flash. Grazie alla totale assenza di parti in movimento, il rischio di guasti e malfunzionamenti è inferiore rispetto a un hard drive di tipo tradizionale. P.s: ricordati di agire sul BIOS per impostare le priorità di avvio.

Extra: quale memoria RAM scegliere

Se stai pensando di incrementare anche la  memoria RAM, ti consigliamo di acquistare o due banchi della stessa misura, o uno singolo. Fai attenzione e controlla la frequenza, lo puoi fare scaricando questo programma: Speccy <<< Download

Noi abbiamo scelto una Crucial CT4G4SFS624A Memoria da 4 GB, DDR4, 2400 MT/s, PC4-19200, Single Rank x16, SODIMM, 260-Pin

CT4G4SFS624A è un modulo per notebook da 4 GB DDR4 Single-Rank che funziona a velocità fino a 2400 MT/s e presenta una latenza CL17. È un SODIMM senza buffer. Adotta il layout SODIMM DDR4 standard di settore a 260 pin, ed è compatibile con i sistemi che accettano le memorie DDR4 SODIMM a 2400 MT/s.

Conclusioni

Abbiamo stilato questo articolo in base alla nostra esperienza odierna. Ci siamo basati su una configurazione molto economica(ma non scadente) e su esigenze per Laptop con o senza slot M.2.

Ci sono una moltitudine di parametri da controllare per verificare la perfetta compatibilità delle unità di memoria, ma speriamo che il nostro breve e semplice articolo, abbia aiutato qualcuno di voi a risolvere i tanti odiati problemi di velocità riscontrati. Leggi anche: migliori-ssd-m-2-nvme-pcie-2020.

Bene, qui ti abbiamo fatto vedere come sostituire HDD con SSD interno M.2. Speriamo di esservi stati di aiuto, ciao e alla prossima!